Seguendo l'oca
 
Seguendo l'oca in fondo al viottolo
dopo la curva che passa il canale
tu scoprirai che vicino al forno
sorge la casa più bella del mondo.

Cerchia di monti le fanno da cinta
foglie, erbe e fiori fan da tappeto
e sopra il tetto di coppi dal tempo usurati
passano cieli così sconfinati.

Dietro una siepe fatta di fiori
si apre l'orto pieno di odori
e i ciuffi d'alberi sparsi nel prato
invitano all'ombra un cuore appagato.

Sotto la pergola tra i tralci verdi
pendono grappoli ancora acerbi
e il grande salice ondeggia al vento
dolce e sereno: non sta piangendo!

E lei è lì ISOLA fiera
chiara serena, dimora vera,
accoglie il sole dai primi raggi
e lo accompagna per mille viaggi.

Poi dalla luna si lascia imbiancare
dal dolce vento accarezzare
e lei sta lì solida e fiera
calda e avvolgente nella bufera.

Casa dolcissima piena di sogni
luogo sicuro, rifugio amato,
somiglia tanto alla grande quercia
che forte e possente
sorge nel prato.



novembre 1996